• rev-full1

    Toscana

English Village in Toscana

 
La Fattoria La Principina si trova in una piccola frazione del comune di Grosseto, a pochi passi dalla località marittima di Castiglione della Pescaia e di Principina Mare. Immersa nella Maremma toscana in un fantastico e ampio parco di proprietà   leggi di più

Mappa dei campus

 

Perché La Principina

 

La Principina rappresenta la soluzione ideale per i bambini dai 7 ai 13 anni poiché permette di unire divertimento, voglia di stare insieme e apprendimento della lingua inglese.

Una full immersion nel mondo anglosassone, che arricchisce i piccoli amici non solo culturalmente ma anche socialmente, perché diventano protagonisti di una nuova ed indimenticabile avventura in cui imparano la lingua in modo naturale e spontaneo, ampliando anche il loro giro di amicizie.

L’English Village è organizzato in modo da rendere piacevole e stimolante il soggiorno, attraverso tante attività ricreative e divertenti, senza mai dimenticare il fine ultimo dell’apprendimento.

I bambini imparano divertendosi, ed è statisticamente dimostrato che imparare l’inglese da piccoli presenta innumerevoli importanti vantaggi!  

Il Team Educativo

 

I nostri giovani ospiti sono assistiti 24 ore su 24 dai nostri educatori, professionisti non solo esperti e qualificati, ma anche dalle grandi capacità empatiche, che sanno come prendere bambini e sono sempre pronti ad intervenire.

La sorveglianza è attiva giorno e notte, mentre nell’infermeria del Villaggio o del College è garantita, sempre, la presenza di personale medico o paramedico.

 

 

Il CAMPUS MANAGER

Si occupa della perfetta riuscita di tutto ciò che riguarda l’organizzazione generale della struttura e dei contenuti del progetto. Verifica la qualità dei servizi erogati dalla struttura stessa e, insieme al Coordinatore, segue il comportamento dei Counsellors madrelingua, il corretto sviluppo del progetto educativo e di tutte le attività previste nel programma.

 

Il COORDINATORE

E’ una figura di alto profilo educativo, professionale, morale. Il suo compito più importante è il coordinamento del personale coinvolto e la cura dei rapporti con le altre figure professionali e le famiglie. Controlla la fattibilità, andamento e riuscita del progetto educativo, interviene qualora se ne mostri l’esigenza per ragioni organizzative, segue la preparazione degli educatori e delle attività giornaliere ed è la figura di riferimento per qualsiasi tipo di necessità dei bimbi.

 

I COUNSELLORS MADRELINGUA

Vengono selezionati per le loro doti di moralità, serietà, compe­tenze nell’ambito pedagogico, nonché per la comunicatività e per la capacità di relazionarsi con i più piccoli. Sono delle figure di riferimen­to, particolarmente esperti nelle attività sportive e di animazione.

 

 

La Didattica

 

Consapevoli che i bambini imparano di più e più in fretta quando si divertono abbiamo messo a punto un progetto formativo ed un metodo didattico che segue la formula del “Learn & Play”: giocano, saltano, parlano, imparano.

 

Gli insegnati dell’English Village La Principina seguono il metodo basato sul principio “learning by doing”: il bambino impara la lingua inglese in modo naturale e spontaneo, così come ha imparato a parlare nella sua lingua madre.

Il metodo non fa ricorso a traduzioni: è incentrato sul fare. L’inglese non è altro che un mezzo espressivo per poter comunicare con gli altri. Vengono memorizzate in modo naturale espressioni lessicali e forme idiomatiche usate nel vivere quotidiano. Si parla la lingua usata da persone anglofone nella comunicazione con gli altri e non una lingua fatta di nozioni difficili da mettere in pratica.

Inoltre, le lezioni, le attività manuali, i giochi, gli sport, le manifestazioni serali sono organizzate tenendo conto delle motivazioni, degli interessi e delle passioni dei bambini. Secondo il pensiero didattico più aggiornato non si impara senza motivazioni, non si comprende senza motivazioni, non si ricorda senza motivazioni. Ecco perché al fondamento “learning by doing” abbiamo aggiunto “learning by thinking” e “learning by passion”: senza pensiero e senza passione non si può imparare.