facebook logo
  • Immagine di città slider anno all'estero di

Corso di Lingua a Philadelphia

 
Philadelphia è un nome che porta con sè il concetto di amore fraterno. La città è uno straordinario connubio tra storia e innovazione. Essa è la quinta città per popolazione degli Stati Uniti e la più importante dello stato della Pennsylvania. Fondata nel lontano 1682, Philadelphia è una   read more

SCUOLE DI LINGUA

 

Mappa delle scuole

 

Perché Philadelphia

 

Antica capitale degli Stati Uniti prima di Washington, Filadelfia resta uno dei più importanti gioielli storici e culturali degli Stati Uniti. Soprannominata “l’eccezione culturale americana”, essa è la porta d’accesso per un corso di lingua inglese veramente diverso dagli altri!

Situata nel nord-est del Paese, nello stato della Pennsylvania, Filadelfia respira la libertà! E a ragione… Città in cui fu firmata la Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti nel 1787, Filadelfia ha tutte le carte in regola per un’ascesa sicura, quella di un paese estremamente competitivo dal punto di vista tanto economico quanto turistico. Dalle architetture “sovrapposte”, georgiana, federale, neoclassica, gli splendidi monumenti della città sono la testimonianza dell’espansione di una colonia divenuta un punto di riferimento a livello internazionale. 

È anche una vitalità fuori dal comune che conferisce alla città la sua modernità ed il suo dinamismo. Quartieri di una grande diversità, cucina internazionale, parate, festival, enormi centri commerciali, vita notturna movimentata… Seconda più grande città della costa est degli Stati Uniti, essa piace per la sua ricchezza culturale e storica ma anche per il suo fascino ed il suo calore che la rende vivace ed autentica!

 

Attrazioni

 

Approfitta del tuo corso di lingua inglese a Philadelphia per visitare questa incantevole città: 

 

INDEPENDENCE NATIONAL HISTORICAL PARK

Gestito dal National Park Service, questo Historical Park, che sorge nella parte vecchia della città, racchiude al suo interno importanti edifici e luoghi che furono lo scenario di importanti avvenimenti inerenti la Rivoluzione Americana. Ben 18 ettari di pura storia americana, un simbolo per tutti gli Stati Uniti d’America, tanto da essere soprannominato “America’s most historic square mile” (il miglio quadrato più storico d’America).

Il cuore della zona è l’Independence Hall , edificio patrimonio mondiale dell’UNESCO , luogo in cui sono stati discussi ed approvati alla fine del 18 ° secolo, la Dichiarazione di Indipendenza e la Costituzione degli Stati Uniti d’America. Da non perdere poi la Liberty Bell Center, la campana simbolo della Libertà del popolo americano, il Franklin Court  e infine la United States Postal Service Museum.

 

OLD CITY

La Old City (Città vecchia) è sostanzialmente e geograficamente contigua rispetto all’Independence National Historical Park iniziando a partire dalla 6th Avenue. La Old City sorge proprio dove prosperava la primissima Philadelphia e negli anni ’50 e ’60 del secolo scorso divenne una zona squallida fino agli inizi dei ’70 quando divenne teatro di un importante opera di riqualificazione urbana, trasformando così vecchi ed inutilizzati magazzini in ristoranti, caffè e gallerie d’arte. Nessun tour di Philadelphia può non prevedere una lunga passeggiate per le vie della Città Vecchia.

 

SOCIETY HILL

Insieme alla Old City rappresenta il cuore più antico di Philadelphia. Oggi è una carinissima zona residenziale costellata da palazzi di rilevanza storica, strade lastricate ed edifici a mattoncini, ogni tanto interrotti da costruzioni moderne e decisamente più alte tra cui la Society Hill Tower. Dopo una camminata per queste storiche strade è d’obbligo rilassarsi un po’ a Washington Square, un parco urbano di circa 2,6 ettari amministrato dal  National Park Service: al suo interno troverete la Tomba del Milite Ignoto, il Washington Grays Monument e il Moon Tree, nato da semi trasportati sulla luna dall’astronauta Stuart Roosa (Apollo 14).

 

CITY CENTER

Il cuore pulsante di Philadelphia, il suo centro commerciale e finanziario è proprio il City Center, la prima zona che riuscirete a scorgere avvicinandovi alla città perché quella con i grattacieli più alti. Qui sorge il quartiere finanziario che da sempre ha reso Philadelphia una delle città economicamente più importanti della East Coast, troverete anche numerosi alberghi business, ristoranti, caffè nonché musei e negozi.

Il City Hall (Broad Street-Market Street) è il municipio di Philadelphia, alto ben 167 metri, la cui struttura classica contrasta fortemente con la modernità dei vicini grattacieli. Non mancate di fare una capatina alla più celebre piazza cittadina, Rittenhouse Square.

 

MUSEUM DISTRICT

Il Philadelphia Museum of Art (Benjamin Franklin Parkway e 26th Street), che oltre ad essere un gran bel museo d’arte, ha fatto da palco scenico al film Rocky III. Tutti gli amanti della serie ricorderanno la corsa sulle scale del museo che termina con Balboa che alza i pugni al cielo. Quando andrete al museo noterete continuamente turisti che arrivano e si fanno la loro corsetta stile Rocky; Ai piedi della scalinata troverete anche una statua che Stallone fece costruire durante le riprese del film.

Parlando anche del museo, che naturalmente merita una visita indipendentemente dalle varie citazioni cinematografiche, si può dire che raccoglie un’infinità di opere proveniente da tutti i continenti e da ogni periodo storico; naturalmente vasta la collezione di quadri e dipinti europei, inoltre vengono indette mostre periodiche.

 

SOUTH PHILADELPHIA

Questa zona è innanzitutto famosa per l’Italian Market. Detto anche South 9th Street Curb Market, è situato all’interno del quartiere italiano di Bella Vista ed è una delle zone più visitate di tutta Philadelphia. Tra le vie del mercato potete acquistare prodotti tipici italiani (cosa che difficilmente vi colpirà…), mangiare nei ristoranti o anche solo prendervi un espresso.

 

SOUTH STREET

Si tratta di un quartiere molto carino e tranquillo, ideale per passare qualche ora in relax, soprattutto durante le giornate di sole. Per strada troverete artisti, studenti ma anche numerosi caffè, ristoranti a prezzi modici e piccoli negozietti.

 

CHINATOWN

Questa Chinatown, che per ricchezza culturale e rilevanza storica non è certamente a livello di quella di San Francisco o Manhattan, è stata fondata intorno al 1860 durante il periodi dei grandi flussi migratori cinesi diretti negli Stati Uniti. Oggi l’espansione propriamente cinese è ferma da diversi anni, mentre continuano ad arrivare immigrati provenienti da altri paesi dell’estremo oriente. Una visita nei quartieri del grande impero orientale è sempre molto piacevole poiché sembra sempre di finire, per un attimo, per le vie di qualche città cinese.

Sulla N 10th Street, tra Arch Street e Cherry Street, si trova il Chinese Friendship Gate, ovvero un arco decorativo progettato in modo congiunto, tra la città di Philadelphia e la sua gemellata cinese Tianjin.

 

Eventi 2020

 

Se avrete la fortuna di frequentare un corso di lingua inglese a Philadelphia, ecco alcuni eventi a cui potrai partecipare:

 

1 gennaio 2017 : CAPODANNO

Il capodanno a Philadelphia è molto particolare in quanto gli abitanti festeggiano il primo giorno dell’anno con una sfilata alquanto bizzarra: la Mummers Parade. Di cosa si tratta?

Ogni anno migliaia di uomini e donne sfilano per la città mascherati, danzando, suonando  e cantando. C’è chi fa risalire questa manifestazione addirittura alle tradizioni dell’antico Egitto e della Roma antica, la quale aveva l’uso di celebrare i Saturnali, una festa religiosa in cui tutti i cittadini in quei giorni erano liberi di fare quello che si solito era vietato. La Mummers Parade è appunto una sorta di grande carnevale in cui tutte le tradizioni culturali che hanno attraversato Philadelphia vengono rappresentate negli elaborati travestimenti indossati dai figuranti e dai grandi carri allegorici.  

 

Aprile 2017: Schuylkill River Relay & 50K

Questo percorso ricreativo parte dal  fiume Schuylkill dal centro di Philadelphia, attrava la Valley Forge National Historical Park nella contea di Montgomery e termina a Phoenixville , Chester County.Il percorso è lungo 26,5 miglia è un must per gli amanti della  bicicletta, per le famiglie, i corridori e camminatori. Se questo ciclo non è abbastanza lungo, continuate a correre dirigendovi verso il parco per collegarsi  al Perkiomen Trail e percorrere altri 19 km;  un percorso che vi condurrà al Green Lane Park.

Il sentiero, che porta più di 20.000 corridori e  ciclisti ogni anno, è stato asfaltatao completamente in modo da rendere sicura la gara anche a coloro che optano per la bici!

 

20 – 21 maggio 2017 : ITALIAN MARKET FESTIVAL

Un mercato tutto all’italiana, un mercatino all’aria aperta che espone prodotti tipici italiani alimentari e qualche articolo di abbigliamento. Una folata di aria di casa , se sei lì per un corso di lingua inglese approfittane e vai a curiosare tra le bancarelle ..

 

4 luglio 2017 : INDIPENDENCE DAY

Festeggiare per un solo giorno potrebbe non essere sufficiente…. Allora dedichiamo un’intera settimana al compleanno dell’America: questo è lo spirito con cui Philadelphia celebra il 4 luglio.

Il 27 giugno il Benjamin Franklin Museum sarà visitabile gratuitamente, il 29 giugno sarà la volta del Rodin Museum mentre il 30 del National Constitution Center.

Il 1° luglio, a Delaware River waterfront, la Philadelphia Orchestra terrà un concerto gratuito, seguito da uno spettacolo pirotecnico; il 2 luglio, sarà la volta della U.S. Army Band che a Great Plaza si esibirà in attesa dei fuochi d’artificio.

Gran finale di celebrazioni il 4 luglio con la cerimonia ufficiale a Independence Hall dove la lettura animata della dichiarazione d’indipendenza sarà davvero suggestiva.

Folkloristica e molto partecipata sarà a Historic Philadelphia la sfilata storica con costumi d’epoca e bande musicali. Per le famiglie, sarà interessante trascorrere qualche ora al Benjamin Franklin Parkway dove, dalle 10, sono in programma attività per bambini, come laboratori, concerti e laboratori culturali. Infine, il cielo di Philadelphia si colorerà di fuochi d’artificio, facendo da briosa e scintillante cornice al Philadelphia Museum of Art

 

11 novembre 2017 : VETERAN'S DAY

L’11 novembre si festeggia il Veterans’ Day, celebrazione dei reduci e dei caduti di tutte le guerre: è sia festa federale, sia festa di tutti gli Stati. La festa fu istituita per ringraziare i militari e riconoscergli il contributo che hanno dato per la sicurezza degli Stati uniti. Inizialmente quando la festa fu istituita nel 1919 dal Presidente Woodrow Wilson, portava il nome di Armistice Day per celebrare l’armistizio della Germania che decretò di fatto la fine della prima guerra mondiale e fu firmato alle 11 dell’11 novembre del 1918. Il nome cambiò il 1 giugno del 1954 per onorare tutti i soldati che hanno servito il loro Paese durante tutte le guerre.

Nonostante la festa è sia federale che statale, nella maggior parte degli Stati Uniti, l’11 novembre rimangono chiusi solo gli uffici pubblici e le banche; alcune scuole e quasi tutti gli esercizi commerciali restano regolarmente aperti, anche perché sempre a novembre (il 4° giovedì), c’è la festa del Ringraziamento durante la quale quasi tutti gli esercizi commerciali chiudono per 4 giorni.

 

23  novembre 2017 : THANKSGIVING

La prima volta che venne festeggiato il Thanksgiving Day (Giorno del Ringraziamento) in Nord America, fu nel 1578 quando l’esploratore inglese Martin Frobisher arrivò nel nuovo continente e ordinò una cerimonia per ringraziare Dio per la protezione data al suo gruppo durante la lunga e pericolosa attraversata oceanica. Tuttavia, gran parte dei moderni nord-americani associano la tradizione della Festa del Ringraziamento ai Padri Fondatori.

Nel menù di quel primo Ringraziamento americano ci fu sicuramente qualche pietanza che divenne tradizione per le feste – tacchino e zucca – insieme ad altre carni bianche, carne di cervo, ostriche, molluschi, pesci, torte di cereali, frutta secca e noccioline. Oggigiorno , il tacchino ripieno è ancora l’orgoglio del pasto per il Ringraziamento. Solo negli Stati Uniti, più di 40 milioni di tacchini sono consumati durante il weekend festivo ogni anno. Solitamente è accompagnato dal sugo e dal ripieno.

 

31 dicembre : NEW YEAR 2017

Questa è una stagione bellissima anche in tale tratto di mondo e per chi non vuole per forza scoprire New York, pure Philadelphia può nascondere i suoi assi nella manica, confermando quanto gli Stati d’America siano in grado di stupire e conquistare sempre.  I teatri hanno una vasta programmazione composta da spettacoli natalizi mirati a celebrare in compagni e felicità l’anno successivo. Le strade si riempiono di colori , luci, finti Babbo Natale e centinaia di manifestazioni vengono organizzate annualmente per rendere la città ancora più gioiosa e bella, più di quanto già non lo sia normalmente. Piste ghiacciate vengono montate nelle piazze della città e n Nella zona della City Hall, presso il Love Park, una visita al villaggio natalizio ispirato ai mercatini di Natale può rappresentare davvero una bella novità. Quindi è il momento di pensarci, se non volete trascorrere le feste in città.

 

+39 02 65591111