• Immagine di città slider anno all'estero di
    Seattle

Corso di Lingua a Seattle

 
Seattle, conosciuta anche con il nome di Emerald City (Città Smeraldo), è la più grande città dello stato di Washington. Seattle è davvero la Città di smeraldo e gli scenari naturali nei quali è immersa, come montagne, foreste, fiumi e laghi giustificano in pieno questo appellativo. Non si   read more

SCUOLE DI LINGUA

 

Non ci sono scuole sono disponibili

 

Perché Seattle

 

"Rainy City" con i suoi 55 giorni di sole all’anno, "Emerald City" e la sua cintura verde di foreste, "Jet City" che deve molto a William Boeing… nell’immaginario americano, Seattle è anche la culla della musica grunge e il punto di riferimento dei consumatori di caffè. Avete recepito idee a sufficienza! Partite piuttosto, e scoprite voi stessi questa eccezionale città del benessere! Have a great time!

Circondata dal lago Washington e dal Puget Sound, questa città del nord-ovest degli Stati Uniti offre una vista magnifica sulle cime innevate del Monte Rainier e una qualità di vita unica nel suo genere… Insieme ai vostri amici della scuola di lingua, capirete presto perché gli abitanti di Seattle sono così fieri dell’ambiente naturale che circonda la loro città. Il Lago Green, le foreste circostanti, le spiagge del Discovery Park, il lungomare della città, il Puget Sound o la spiaggia d’Alki… così tanti luoghi straordinari per rilassarvi dopo i corsi d’inglese. Per le vostre serate: nessun problema! Con i Nirvana, i Pearl Jam, Bill Frisell o Wayne Horvitz… la città natale di Jimi Hendrix ospita molte serate elettrizzanti.

Durante il vostro corso di lingua inglese, vi accorgerete anche che Seattle si sviluppa costantemente; la città conobbe un boom economico in seguito all’impianto di industrie ad alta tecnologia legate al settore aerospaziale, elettronico ed informatico. Tuttavia, essa ha scelto di limitare la sua urbanizzazione e di prendere delle misure ecologiche. Ad immagine e somiglianza del suo pittoresco Pike Place Market, questa grande città dalla dinamicità sorprendente ha saputo mantenere una dimensione umana ed una qualità di vita eccezionale.

Benvenuti a Seattle per un viaggio studio in una delle città più affascinanti degli USA!

Attrazioni

 

Un elenco di attrazioni che potrai visitare durante il tuo corso di lingua inglese:

 

SPACE NEEDLE

Dislocato dagli altri grattacieli, lo Space Needle fu costruito nel 1962, quando la città ospitava la World’s Fair dell’Expo: come abbiamo detto questo è il simbolo della verticalità ultramoderna, il manifesto futuristico di Seattle. Cosa si può ammirare da questo incredibile grattacielo di forma missilistica? Tutti i turisti ambiscono a conquistarne la cima della “torre di Seattle”: all’altezza di 160 mt (su un totale di 184) si trova un punto di osservazione dal quale si può dominare lo skyline della Downtown e vedere, in lontananza, il profilo massiccio del Mount Rainer.

 

EXPERIENCE MUSIC PROJECT / SCIENCE FICTION MUSEUM

Prima di parlare della Downtown e dei quartieri degli artisti, vogliamo brevemente descrivere uno degli edifici più chiacchierati e famosi di Seattle dopo lo Space Needle: l’Experience Music Project (museo situato dedicato alla fantascienza e alla popular music), con l’annesso Science Fiction Music. Se il contenuto di questo splendido museo di musica e fantascienza è osannato da tutti – e in particolare dagli amanti di Jimi Hendrix, dei Nirvana e del grunge in generale, nonché dagli appassionati di Star Wars e Sci-fi – lo stesso non si può dire della bizzarra, iperfuturistica struttura esterna dell’edificio, che suscita qualche perplessità ai visitatori.

 

MONORAIL

In una città del futuro che si rispetti non può mancare una monorotaia sopraelevata: a Seattle si sentì quest’esigenza in occasione della già citata World’s Fair del 1962, e da allora esiste per l’appunto la Monorail che collega la zona di EMP e Space Needle alla Downtown (Westlake Center). Non male fare un giro su questa pseudo-navicella che transita a mezza altezza tra i palazzi  e i viali alberati del centro di Seattle. Le corse partono ogni 10 minuti e finiscono alle 23.

 

PIKE PLACE MARKET

Non appena arriverete nei pressi di Pike Place Market, vi sembrerà di sentire la brezza marina, l’odore e l’atmosfera di Fisherman’s Wharf e del Pier 39, e in effetti questo bel quartiere di Seattle può ricordare il lungomare di San Francisco, con un pizzico di cosmopolitismo e sregolatezza in più. Aggiratevi tra il trionfo di colori e profumi delle bancarelle del mercato e, se vi va, andate a cercare il primo Starbucks della storia, oppure uno dei molti ristoranti a buon prezzo dell’area.

 

SEATTLE ART MUSEUM

Lasciando il lungomare, possiamo decidere di raggiungere uno dei luoghi di interesse culturale principali della città, il Seattle Art Museum, situato in un edificio architettonicamente all’avanguardia: all’interno si trovano opere di arte antica, moderna e contemporanea da tutto il mondo e una collezione di oggetti artistici e non delle tribù locali dei nativi. C’è una succursale del museo sulla Western Ave, sul mare: si chiama Olympic Sculpture Park ed è uno spazio museale sperimentale all’aperto che accoglie opere di arte contemporanea.

 

PIONEER SQUARE E DINTORNI

Il quartiere a sud della Downtown offre uno spettacolo un po’ diverso da quello che si è visto finora nel centro di Seattle: è una zona relativamente tranquilla ma eclettica, in cui si mescolano i tratti della metropoli urbana (si veda la Smith Tower, che è un grattacielo comunque datato) e l’atmosfera elegante delle piazze alberate, su tutte Piooner Square e Occidental Park:potrete rimanere un po’ disorientati (o innamorarvi perdutamente!) dalle strade di questa zona, dove convivono grattacieli, palazzi tardo-ottocenteschi e vialetti ombreggiati. Da non perdere la Pergola in ferro battuto che si trova su un lato di Pioneer Square: per un attimo vi chiederete se non siete arrivati a Parigi.

 

CAPITOL HILL E FREMONT: L’AVANGUARDIA CULTURALE DI SEATTLE

In questi due quartieri a nord della Downtown si respira una Seattle completamente diversa; a Capitol Hill si rifugiano universitari e artisti a fare vita notturna, e i ristoranti sono tra i migliori della città per chi apprezza proposte più alternative e locali alla moda. Ecco le attrazioni e i luoghi di interesse da visitare nella Seattle degli artisti e dei musicisti rock:

 

VOLUNTEER PARK

Situato nel movimentato quartiere di Capitol Hill, Volunteer Park è uno dei molti parchi di Seattle, il più curato nonché l’unico che possa vantarsi di ospitare le spoglie funebri di Bruce Lee: troverete la sua lapide nel cimitero del parco. Se per voi è funesto visitare la tomba dell’attore che ha fatto la storia delle arti marziali, dirigetevi verso la splendida serra che si trova nel centro del parco: l’ingresso è gratuito.

 

LE ATTRAZIONI DI FREMONT

Ecco quali sono le attrazioni più bizzarre da visitare (magari in bus o in macchina, vista la lontananza) nel quartiere di Fremont, che si trova a nord di Capitol Hill, superato il George Washington Memorial Bridge:

•                    Fremont Troll: sotto un cavalcavia di Troll Avenue North si trova un troll che emerge dalle profondità della terra per divorare un automobile;

•                    La statua di Lenin: a 5 min di distanza dal troll, un’altro ambiguo personaggio: ecco una statua di Lenin, portata nello stato di Washington dalla Slovacchia nel 1989;

•                    Fremont Rocket: sulla stessa via, pochi metri più avanti vedrete un missile assurdamente inserito in un edificio.

•                    Gas Work Park: un mini-parco sul canale, con annessa vecchia fabbrica dismessa. Il quadretto che ne viene fuori è curioso ed affascinante, e il panorama su Seattle è suggestivo ed emblematico.

 

Eventi 2019

 

Un elenco di eventi ai quali potrai partecipare durante il tuo corso di lingua inglese:

 

23 marzo – 1 aprile 2017 : SEATTLE FRINGE FESTIVAL

Il Seattle Fringe Festival è una festa tenuta in tutto il mondo, è u un modo per mostrare in modo orgoglioso ciò che la città ha da offrire. L'evento , che dura più giorni, presenta opere di artisti che interpretano svariati generi e discipline artistiche che spaziano dal teatro dall’ opera alla danza e commedia. Incoraggiando scrittori e artisti per spingere i confini al di là di ciò che è considerato convenzionale!

 

13 maggio 2017 : NATIVE ART MARKET

Partecipa al Museo Burke per una festa di arte nativa! Acquistare opere d'arte originali direttamente da artisti, parlare con loro del loro lavoro e dei processi, e assistere a dimostrazioni. Il mercato dispone di esperti in mezzi quali sculture in legno, vimini, gioielli, design grafico, lavorazione dei metalli e forgiatura.

 

18 maggio – 11 giugno 2017 : SEATTLE INTERNATIONAL FILM FESTIVAL

L’evento, chiamato anche SIFF , è un evento di più giorni che vanta la bellezza di oltre 150 cortometraggi e ben 250 lungometraggi di registi provenienti da più di 70 paesi diversi. Oltre alle proiezioni, ci sono sessioni di Q & A, conferenze in cui parleranno gli esperti e si concluderà con una serate di gala.

 

11 novembre 2017 : VETERAN'S DAY

L’11 novembre si festeggia il Veterans’ Day, celebrazione dei reduci e dei caduti di tutte le guerre: è sia festa federale, sia festa di tutti gli Stati. La festa fu istituita per ringraziare i militari e riconoscergli il contributo che hanno dato per la sicurezza degli Stati uniti. Inizialmente quando la festa fu istituita nel 1919 dal Presidente Woodrow Wilson, portava il nome di Armistice Day per celebrare l’armistizio della Germania che decretò di fatto la fine della prima guerra mondiale e fu firmato alle 11 dell’11 novembre del 1918. Il nome cambiò il 1 giugno del 1954 per onorare tutti i soldati che hanno servito il loro Paese durante tutte le guerre.

Nonostante la festa è sia federale che statale, nella maggior parte degli Stati Uniti, l’11 novembre rimangono chiusi solo gli uffici pubblici e le banche; alcune scuole e quasi tutti gli esercizi commerciali restano regolarmente aperti, anche perché sempre a novembre (il 4° giovedì), c’è la festa del Ringraziamento durante la quale quasi tutti gli esercizi commerciali chiudono per 4 giorni.

 

23  novembre 2017 : THANKSGIVING

Nel 1621 i coloni della Plymouth e gli indiani della tribù dei Wampanoag celebrarono insieme la festa del raccolto d’autunno, nel giorno che oggi viene riconosciuto come il primo Ringraziamento celebrato nelle colonie americane. Questo pasto, fatto in occasione del raccolto, divenne cosi’ il simbolo della cooperazione e dell’ interazione tra i coloni inglesi e le tribu’ dei nativi d’America. Ovviamente il Ringraziamento in sé era soprattutto legato alla religione e al ringraziare Dio per le pietanze ricavate dai raccolti.

Questa festa non era destinata ad essere ripetuta ogni anno, ma così fu in molte colonie del New England. Ed anche se in molti ritengono questo specifico raccolto del 1621 essere la prima festa del Ringraziamento, in realtà feste del genere, che seguivano la tradizione della celebrazione del raccolto e del ringraziamento per l’abbondanza del raccolto stesso, erano già in pratica da molto tempo.

 

+39 02 65591111